82 hour trip

Amsterdam journey // L’avventura di Amsterdam

We woke up at 4 AM and a friend of our drove us to Milan towards the airport. We arrived at 7.30 and thinking that we would be late, we checked in immediately. However there was a delay, so we impatiently waited till 11AM for our flight. We landed at 14.30, confused and tired we jumped on the first taxi car, which drove us directly to the hotel. Only later, when we were already at the entrance of the hotel, they told us that the 40 min drive costed us 17 euros each. Very much pissed off, but to exhausted to argue, we paid and took our luggage.

// Ci siamo svegliati alle 4 del mattino ed una nostra amica ci ha accompagnato all’aeroporto di Milano. Siamo arrivati per le 7.30 e pensando di essere in ritardo, siamo andati subito a fare il check in e controllo passaporto. Nonostante le corse c’era l’aereo era in ritardo, cosi abbiamo aspettato impazientemente le 11 per il nostro volo. Siamo atterrati alle 14.30, confusi e mosto stanchi siamo saliti sul primo taxi, che ci ha portato direttamente all’hotel. Solo dopo, quando eravamo ormai all’entrata dell’hotel, l’autista ci ha informato che il biglietto costava 17 euro a persona, ed il viaggio è durato pressapoco 40 min. Abbastanza infastiditi, ma senza le energie per creare una discussione, abbiamo pagato e preso le nostra valigie.

DSC_0006

At the reception they gave us the electronic keys and after understanding how to use the lift, we finally arrived to our room. We were so tired that the only thing that we wanted to do in that moment, was to lie down and chill a bit, however as usual when you plan to do nothing, something unexpected happens. I turned around the room to see how big it was and realized that next to the window there was a big puddle of water, collecting drops falling from the ceiling. Again not very happy for this surprise, we took our luggage and went back to the reception, explaining the situation. It took them quite a bit to find another room, but fortunately one for us was still available. I have to admit that they were also very kind since not only they apologized, but they also offered us breakfast for the following morning. After we’ve seen the room, unpacked and changed, we went out for a walk. I had my backpack, scarf and Reflex, ready to capture the beauty of the city.

// Alla reception ci hanno dato le nostra chiavi elettroniche e dopo aver capito come funziona l’ascensore, siamo finalmente arrivati alla nostra stanza. Eravamo cosi stanchi che l’unica cosa che volevamo fare in quel momento era sdraiarci e rilassarci per un po’, ma ovviamente quando pianifichi di non fare assolutamente nulla, è proprio li che arriva l’imprevisto. Ho fatto un piccolo giretto della stanza per vedere quanto fosse grande e noto che vicino alla finestra c’era una pozza d’acqua, che raccoglieva gocce d’acqua che cadevano dal soffitto. Non molto contenti della cosa, abbiamo preso di nuovo le nostra valigie e siamo tornati alla reception, spiegando l’accaduto. Ci hanno messo un po’ di tempo per trovare un’altra stanza libera, ma fortunatamente ne hanno trovata una per noi. Devo ammettere che sono stati molto comprensivi e gentili nei nostri confronti, perché non solo si sono scusati per l’accaduto, ma ci hanno offerto anche una colazione per il giorno seguente. Dopo aver visto la nostra nuova stanza, abbiamo disfatto le valigie e ci siamo cambiati, dopodiché siamo andati a fare una camminata. Io avevo il mio zaino, la sciarpa e la Reflex, pronta per fare tante foto a questa città.

DSC_0015

DSC_0017

DSC_0213

Even though it wasn’t the first time I came here, we still got a negative first impression, since we thought that our neighborhood wasn’t so safe, but this haven’t stopped our will to explore. When we booked our hotel we looked at it’s position on the map and thought it wasn’t so distant from the city center. What we forgot to check were the km that traced the distance. When we started walking we didn’t realize that we walked for about 6 km, but noticed this just because we were already walking for a couple of hours and I still could recognize nothing from my previous trip.

// Anche se non era la prima volta che venivo qui in questa città, devo ammettere che ho avuto una prima impressione abbastanza spiacevole, perché il nostro quartiere non ci sembrava molto tranquillo e sicuro, ma questo non ci ha fermati nel continuare la nostra esplorazione. Quando abbiamo fatto la prenotazione dell’hotel abbiamo guardato la posizione e non ci sembrava cosi lontano dal centro, anzi molto fattibile nel farla a piedi, pensammo. Quello che ci siamo dimenticati di fare era controllare quanti km dista effettivamente l’hotel dal centro. Quando quella sera abbiamo iniziato a camminare non ci siamo accorti che avevamo già percorso 6km, ce ne siamo accorti quando stavamo già camminando da un paio di ore ed io non riuscivo a riconoscere nulla da quello che mi ricordavo del mio viaggio precedente.

DSC_0010

DSC_0009

We haven’t even had breakfast and were starving so we were searching for a place to stop, to fill our stomaches with hot food and fresh drinks. I remember this amazing restaurant, it was so comfy and there were plants all over the place, filled with fairy lights and candles. I ate a delicious veggie burger and my partner filled his tummy with beef, both drunk half a little beer. After having payed the check, we put our scarves on and rushed towards our hotel, since it was quite cold.

// Non avevamo nemmeno fatto colazione quella mattina e stavamo morendo di fare, quindi siamo andati alla ricerca di un posto dove fermarci e riempire le nostre pancie con del cibo caldo e delle bibite fresche. Mi ricordo di quel fantastico ristorantino, era cosi confortevole e c’erano piante ovunque, pieno di lucine e candele profumate. Ho mangiato un delizioso panino vegetariano ed il mio compagno ha optato per una bistecca, entrambi accompagnando il pasto con mezzo litro di birra. Dopo aver pagato il conto, ci siamo arrotolati delle sciarpe e siamo corsi verso l’albergo, perché c’era abbastanza freddo.

DSC_0075

DSC_0057

The following morning we woke up at 8ish, dressed and still very sleepy went to have breakfast. The buffet was rich of any kind of food and I loved it. I had a hot cup of tea, omelette, tomatoes and mushrooms. After having filled our stomaches and drunk enough coffee to wake us up, we packed our bags and went off to visit the city. We wondered, looked at the architecture, entered shops and visited a beautiful flower market. In the afternoon we went to a park next to the hotel and chilled for a couple of hours. Later that day we went again for another walk and had dinner with a slice of pizza. Since we walked too much and lost track of time, we had to wait till 1AM for the bus that would have taken us towards the hotel, it was the last bus of the day and thankfully we got to the bus station on time.

// Il giorno seguente ci siamo svegliati per le 8, ci siamo vestiti al volo ed ancora molto assonnati siamo andati a fare colazione. Il buffet era pieno di vario cibo, soddisfando tutti i palati. Io mi sono fatta una tazza di tè caldo, un’omelette accompagnato con pomodori e funghi. Dopo esserci saziati ed aver bevuto abbastanza caffè da svegliarci fuori, abbiamo preparato lo zaino e siamo andati ad esplorare la città. Abbiamo girato a caso, ammirato l’architettura, siamo entrati in vari negozi e visitato un mercato, dove c’erano più fiori che cartoline. Al pomeriggio siamo andati in un parco che era vicino al nostro hotel per un paio di ore a rilassarci. Poche ore dopo siamo andati a fare un’altro giretto ed abbiamo cenato con un pezzo di pizza. Visto che abbiamo camminato cosi tanto da non renderci nemmeno conto di che ore erano, abbiamo dovuto aspettare le 1 di notte per prendere il bus per ritornare in hotel, fatalità era l’ultimo bus che passava della giornata e fortunatamente siamo riusciti a prenderlo in tempo.

DSC_0021

DSC_0024

Usually I wake up pretty early in the morning, cause if I don’t I feel like I’ve waisted so much time of the day, but since the previous day we went to bed very late, I decided to sleep in a little longer and woke up at 12AM. We had breakfast in bed with some hot noodle soup and as always a cup of hot tea, since there was no American coffee. It was a rainy day, but this didn’t stop us from going outside and continuing to explore the city. That day we had a late lunch and stopped in a very small, but cute restaurant, were we happened to get the order from an Italian guy. After having payed the check, we walked around the red light district and stopped by a coffee shop. At the golden hour we sat at a bench in the park next to our hotel, enjoyed the light, laughed about things and planed our next move. We decided to make the rest of our evening relaxing, so we went to a supermarket, bought some food and went to our room. We filled the bathtub with hot water and bubbles and enjoyed the time there, the romance didn’t lasted so long, since the water quickly became cold. We showered and jumped into the most comfortable bed ever, so soft and comfy. We had dinner, chilled under those white blankets, before our eyes closed into a long and enjoyable sleep.

// Solitamente mi sveglio abbastanza presto al mattino, perché se non lo faccio, mi sembra di perdere molte ore della giornata, ma visto che il giorno prima siamo andati a letto parecchio tardi, ho deciso di concedermi un paio di ore in più di sonno e ci siamo svegliati a mezzogiorno. Abbiamo fatto colazione a letto, mangiando una zuppa di noodles e come sempre accompagnata da una calda tazza di tè, visto che non c’era la possibilità di farsi un caffè Americano. Era un giornata piovosa, ma questo non ci aveva fermato nell’andare fuori e continuare ad esplorare la città. Quel giorno abbiamo pranzato molto tardi in un piccolo ristorante, dove siamo stati serviti da un ragazzo italiano. Dopo aver pagato il conto, abbiamo fatto un giro nel quartiere a luci rosse e ci siamo fermati in un coffee shop. All’ora dell’aperitivo, quando la luce diventa più gialla e d’orata del solito, ci siamo seduti sulla panchina nel parco vicino al nostro hotel, ci siamo goduti la luce ancora calda di fine estate, parlato e riso di diverse cose ed abbiamo pianificato la nostra serata. Abbiamo cosi deciso di fare qualcosa di tranquillo e rilassante, cosi siamo andati al supermercato, abbiamo comprato qualcosa per cena e poi siamo andati verso la camera. Abbiamo riempito la vasca con acqua calda e bollicine, ed abbiamo passato un po’ di tempo li dentro. Ma la parte romantica non è durata molto, perché l’acqua si è preso raffreddata. Ci siamo fatti la doccia al volo e ci siamo buttati a letto, che era super comodo e profumato. Abbiamo cenato sotto le candide coperte, finche i nostri occhi non si sono lasciati andare in un lungo sonno profondo.

DSC_0087

DSC_0047

DSC_0042

The following morning I was woken up by the warm and yellow rays of the sun. The weather was great and not that cold. After having made myself some tea, I woke up my not-very-morning-person partner, dressed and went out in search for a place to have breakfast. I remembered one of my friends recommended me to go to a very cozy place to have some pancakes and so we did. However it took us about 2 hours to get to the place, cause we got lost several times. We got there at 1PM and decided to turn out breakfast into a brunch. I’m not a sweet eater, but I have to admit that those pancakes were heaven, plus I got my vitamin C from a carrot juice. In the afternoon we went to the Museumplein and chilled for a couple of hours laying on the grass. After having relaxed a bit and took enough photos, we decided to go for another walk and here I realized that I still haven’t tried Amsterdam’s fried chips. So we went around all the little fast food shops and looked for the most inspiring food. Around 7PM, my partner was so frustrated with me, cause I couldn’t decide were to eat the friend chips, that we stopped in a little street in the middle of nowhere, ordered food and beer. We went back to our hotel around 8.30PM and made our luggages. Nothing special happened that night, since we were very tired and our alarm was at 4AM.

// Il giorno seguente sono stata svegliata dai caldi raggi gialli del sole. Il tempo era bellissimo e non c’era cosi tanto freddo. Dopo che mi ero fatta una tazza calda di tè caldo, ho svegliato la persona meno mattiniera che io conosca, ci siamo vestiti ed abbiamo deciso di andare a fare colazione fuori. Mi sono ricordata che una mia amica mi aveva consigliato di andare in un posticino molto carino, dove facevano pancakes. ci abbiamo messo circa 2 ore per trovare il posto, perché ci siamo persi parecchie volte. Siamo arrivati per le 13 ed abbiamo deciso di trasformare la nostra colazione in un pranzo. Non sono un’amante dei dolci, ma devo ammettere che quei pancakes erano la fine del mondo, in più ho avuto la mia dose di vitamine C grazie al buonissimo succo di pura carota. Nel pomeriggio siamo andati al parco “Museumplein” e ci siamo rilassati stesi sotto il sole. Un paio di ore dopo il nostro cazzeggio e dopo aver fatto abbastanza foto da essere soddisfatti, abbiamo deciso di riprendere la nostra camminata. Solo in quel momento ho realizzato che non avevo ancora assaggiato le famose patatine di Amsterdam. Cosi siamo andati alla ricerca, entrando in vari fast food, cercando il cibo che ci ispirasse di più. Circa verso le 19, il mio compagno era abbastanza nervoso, visto che nessun fast food mi ispirava abbastanza da rimanerci dentro, cosi lui decise di fermarsi nel primo che gli sarebbe capitato, e cosi fu. Ci siamo fermati in un posticino, non so nemmeno come definirlo e se ne vale la pena dargli una recensione positiva o meno, fatto sta che eravamo in un veicolo ed attorno c’erano solo impalcature e piccioni che ci fissavano. Per e 20.30 ci siamo incamminati verso l’hotel ed abbiamo preparato le valigia. Niente di cosi interessante era successa quella sera, visto che eravamo molto stanchi e la svegli era impostata per le 4 della mattina.

DSC_0219

DSC_0215

DSC_0096

A few hours later our alarm rang, surprisingly I wasn’t feeling so tired or sleepy at all. I thought that those 4 hours of sleep were enough. We took a bus which brought us to the airport on time, we even had enough time to smoke, have a large cup of cappuccino and stop at various shops at the airport. After having landed in Milan, we jumped on the first bus which took us to the central station of Milan and there we took the train to Verona. At the central station of Verona we got a ride from my partners dad and we went home. I thought I would relax and chill for the rest of my day, but instead I played with my puppy, organized and cleaned the house.

// Un paio di ore dopo era suonata la sveglia, sorprendentemente non mi sentivo nemmeno cosi stanca ed assonnata. Pensavo che quelle 4 ore di sonno mi fossero bastate. Abbiamo preso il bus che ci ha portato direttamente all’aeroporto in largo anticipo, tanto che abbiamo avuto il tempo di fumare con calma, bere una grande tazza di cappuccino e sbirciare in vari negozietti. Dopo che siamo atterrati a Milano, abbiamo preso il primo bus che portava alla stazione centrale e da li abbiamo preso il primo treno che ci ha portato a Verona. Alla stazione di Verona, ci aspettava il papà del mio compagno, che ci ha dato un passaggio verso casa. Pensavo che mi sarei rilassata una volta messo piede in casa, invece mi sbagliavo, perché ho giovato col cane, ho sistemato e pulito casa.

DSC_0155

DSC_0199

It’s December now that I’m writing this short travel diary, almost three months later, and I still have to try those Amsterdam lolly pops and tea that I got myself as a souvenir. Maybe now it’s the right time.

// Ora è Dicembre ed ho appena finito di scrivere e tradurre questo breve articolo, quasi 3 mesi dopo il viaggio che abbiamo fatto. Ancora adesso mi ricordo che mi ero comprata un paio di cose per ricordo; dei ciuppa ciups e del tè, non proprio legali, ma abbastanza legali per passare il controllo del passaporto. Forse è giunto il momento di godersi di questi acquisti.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...